Razzo sfiora l’ambasciata italiana a Kabul

1747

E’ di due feriti e danni materiali il bilancio dell’esplosione provocata dal razzo che nel tardo pomeriggio di domenica 17 gennaio si è schiantato nel compound della Cooperazione italiana, lungo la Shash Darak Road, a circa 200 metri dalla sede dell’Ambasciata d’Italia a Kabul. Erano circa le 21:30 locali (le 18 italiane) quando è stata udita la violenta esplosione, seguita da un incendio. Nessuna conseguenza grave per le due guardie afghane addette alla sicurezza rimaste ferite.

Un secondo razzo sarebbe stato neutralizzato prima che potesse raggiungere l’area, dove sono immediatamente intervenute le forze di polizia afghane.

Il giorno successivo all’esplosione, l’attacco è stato rivendicato dall’account Twitter “Habibullah Helal”, vicino ai talebani. Ha invece negato ogni responsabilità il portavoce dei talebani Zabiullah Moudjahid.

Non si tratterebbe di un attacco deliberato all’Italia, secondo l’ambasciatore Luciano Pezzotti, che ha confermato l’assenza di vittime tra il personale della sede di rappresentanza del governo italiano. Nell’area si trovano infatti diversi uffici diplomatici ed edifici residenziali di missioni straniere.

L’attentato si è verificato alla vigilia del secondo incontro quadripartito tra Afghanistan, Pakistan, USA e Cina per l’avvio dei colloqui di pace fra il Governo e i talebani afghani, e non è stato l’unico nel Paese. Nello stesso giorno, almeno 14 persone sono morte e 13 sono rimaste ferite in seguito a un attentato suicida nella provincia orientale di Nangarhar, dove un kamikaze si è fatto esplodere all’interno del complesso residenziale di Obaid Shinwari, membro del Consiglio provinciale. Tra le vittime, numerosi fra gli ospiti invitati da Shinwari per recitare il Corano. A darne notizia, è stato il governatore locale Attaullah Khogyani. Pochi giorni prima, altri attentati avevano interessato il Consolato pachistano e l’aeroporto di Kabul.

Non è la prima volta che la sede diplomatica italiana rischia di venire colpita: nel settembre 2011 un razzo Rpg era caduto vicino all’ambasciata.